La sauna finlandese come fonte di benessere naturale e pratica idroterapica dai numerosi benefici

La sauna finlandese è la madre di tutte le saune e rientra oggi tra le offerte benessere più apprezzate e ricercate delle beauty farm d’Italia

Sauna finlandese - Benessere Italia

La sauna, oggi conosciuta e molto apprezzata in tutto il mondo per i suoi effetti benefici, era utilizzata in Finlandia come pratica idroterapica già nel XI secolo.

Al giorno d’oggi esistono molti tipi di sauna (bagno turco, hammam, sauna a infrarossi, biosauna, etc.) che rientrano tra le offerte benessere non solo in veri e propri centri di benessere, ma anche in beauty farm, palestre, piccoli o grandi alberghi e addirittura in abitazioni private. La sauna finlandese rimane tuttavia la sauna “originale” o propriamente detta. Si tratta di un bagno di calore secco in un ambiente apposito, generalmente rivestito in legno di pino, abete o pioppo, in cui la temperatura prodotta da stufe a legna o elettriche non supera gli 80-90°C e l’umidità si aggira attorno al 10-20%, fatta eccezione dei momenti in cui si getta acqua sulle pietre calde per aumentare la sensazione di calore.

L’alta temperatura provoca un’abbondante sudorazione e permette quindi in primo luogo di eliminare dal corpo tossine e liquidi in eccesso. Altri benefici sono la stimolazione del metabolismo e della circolazione sanguigna, il rilassamento della muscolatura dovuta al calore che allenta le tensioni ed effetti positivi sulla respirazione per chi soffre di patologie quali asma, bronchiti e sinusiti. Esistono tuttavia controindicazioni da non sottovalutare, soprattutto per chi manifesta problemi cardiaci e di pressione arteriosa. In questo caso è altamente consigliato chiedere il parere del proprio medico.